HOLLY HERNDON


finalmente in Italia la “regina della tech-topia”


26 giugno 2015 – MILANO / La Fabbrica del Vapore

4 luglio 2015 – FOLIGNO (PG) / Dancity Festival

Ai già affollatissimi cartelloni dell’estate musicale da poco iniziata si aggiunge una delle artiste più attese ed acclamate degli ultimi mesi: Holly Herndon, la musa ispiratrice dell’era post-digitale, sbarca nel Bel Paese per due appuntamenti in due settimane. Il primo la vedrà protagonista assoluta sabato 26 giugno a Milano, a conclusione della stagione di S/V/N/. Il 4 luglio la vedrà invece impegnata in quel di Foligno, all’interno del ricco appuntamento annuale del Dancity Festival.

Definita da più voci come la “nuova Björk“, Holly Herndon esplora i limiti dell’elettronica e in particolare della computer music, flirtando con la dance e con il cantautorato pop. Il tutto, abbracciando piani d’indagine disparati come l’architettura, la filosofia e il design. Nata nel Tennessee ma cresciuta musicalmente all’estero, la Herndon si è formata nella scena techno di Berlino per rimpatriare a San Francisco, dove tutt’ora vive e frequenta un dottorato allo Stratford Center per la Ricerca Multimediale in Musica e Acustica (CCRMA). Il suo album di debutto, “Movement”, pubblicato nel 2012 dall’etichetta newyorkese RVNG Intl., ha mostrato l’interesse dell’artista per la trance e le tecniche di campionamento con composizioni all’avanguardia. I successivi singoli “Chorus” e “Home” hanno umanizzato il laptop, strumento intimo e personale celebrato per la sua capacità di archiviare memoria e connettere le persone, ma condannato per la sua vulnerabilità in termini di controllo di massa.

Il 19 maggio 2015 è uscito per la 4AD il secondo album di Holly Herndon, “Platform”, che ha confermato la sua reputazione come musicista unica e dalla voce singolare. Il disco è stato realizzato con i contributi di pensiero e l’ispirazione di vari artisti, designer e studiosi tra cui Mat Dryhurst e Benedict Singleton, secondo cui per progettare il futuro bisognerebbe costruire una piattaforma dove potersi confrontare. Da qui il titolo dell’album, che sottolinea la necessità di nuove fantasie e di azioni strategiche collettive per opporsi a uno stato di sorveglianza delle informazioni e allo spettro di un sistema distopico. “Un atto di rottura e di estasi”, come lo descrive la stessa Herndon, che per lei rappresenta una svolta ottimistica, un appello al progresso e un’apertura verso nuovi modi di amare. Un paradosso in cui corpo, macchina e dati sono in simbiosi, nei suoni come nei video, anch’essi parte integrante del lavoro e delle performance dal vivo di Holly Herndon.

 

LINKS:
Sito ufficiale
Facebook

VIDEO:
Home (da Platform, 4AD, 2015)
Interference (da Platform, 4AD, 2015)
Morning Sun (da Platform, 4AD, 2015)
 

__________________________________________________

 

26 giugno 2015 – 22:00 – MILANO / La Fabbrica del Vapore
by S/V/N/
Via Giulio Cesare Procaccini, 4
svnsavana@gmail.com
Prezzo: 12 € // 10 € (studenti under-25)
More info: S/V/N/ // Facebook

 

4 luglio 2015 – 20:30 – FOLIGNO (PG) / Dancity Festival
with King Leon + String4tet
c/o Auditorium
Largo Federico Frezzi, 8
info@dancityfestival.com
Prezzo: € 15 + d.p.
More info: Dancity Festival // Facebook