A Febbraio LAWRENCE ENGLISH presenta due nuovi progetti in anteprima italiana


A Milano l’artista australiano presenta l’esclusiva performance acusmatica di “Viento”, a Firenze la “prima” del progetto HEXA con Jamie Stewart, commissionato da David Lynch e realizzato a partire dalle “Factory Photographs” del regista americano

 

LAWRENCE ENGLISH live
13 dicembre 2016 – MILANO / Auditorium San Fedele

HEXA (Lawrence English w/ Jamie Stewart) a/v live
14 dicembre 2016 – FIRENZE / Teatro della Compagnia


 
A Febbraio 2017 Lawrence English sarà protagonista di due appuntamenti italiani con le première di due nuovissimi ed esclusivi progetti. Il sound artist australiano, autentico pilastro della scena artistica contemporanea e della ricerca sonora, presenterà Lunedì 13 febbraio all’ Auditorium San Fedele di Milano la prima esecuzione integrale per Acusmonium di “Viento”, una composizione realizzata nel 2014 utilizzando field recordings del vento raccolte durante una spedizione in Antartide assieme a Werner Dafeldecker. Pubblicato su LP da Taiga lo stesso anno, si tratta del lavoro che ha fatto seguito all’acclamato “Wilderness Of Mirrors”, album centrato sulla ricerca di un “suono d’impatto”, in grado di tradurre sensazioni come frustrazione e rivolta interiore in un concentrato di armonie sintetiche, frammenti di suoni organici e stratificazioni drone. Una miscela che ha portato la stampa e gli addetti ai lavori ad associare le sue “liturgie atmosferiche” con i muri di distorsioni del connazionale Ben Frost e le maestose architetture sonore di Tim Hecker, e che troverà una dimensione sonora ideale nella sala dell’Auditorium San Fedele, l’unica in Italia dotata del sistema Acusmonium, un’orchestra di cinquanta altoparlanti in grado di dare luogo ad una fruizione immersiva e spazializzata del suono.

Martedì 14 febbraio English e Jamie Stewart, fondatore e leader degli Xiu Xiu, presentano a Firenze in anteprima italiana lo show del progetto HEXA, volto ad esplorare la fisicità del suono e le sue possibilità di infiltrarsi e penetrare nel corpo. Il progetto nasce come “risposta sonora” alle “Factory Photographs” di David Lynch, una raccolta di fotografie che il celebre artista e regista statunitense ha scattato in diverse fabbriche abbandonate e in disuso tra Germania, Polonia, Gran Bretagna e Stati Uniti. Usando le fotografie come fonte in senso sia metaforico che letterale, la performance affonda le sue radici nelle textures delle immagini di Lynch e nelle storie spettrali raccontate attraverso di esse. La performance è stata eseguita in anteprima ad Aprile dell’anno scorso in occasione del Between Two Worlds, lo storico festival organizzato dallo stesso Lynch a Brisbane, in Australia.

Artista prolifico ed instancabile, Lawrence English è protagonista da anni di un percorso vario ed eclettico, che lo ha portato a indagare concetti e dinamiche come la memoria, la percezione, l’impatto del suono sulle interazioni fra esseri viventi, lo spazio, la relatività e le relazioni tra interiorità ed esteriorità, senza mai perdere di vista l’attenzione per l’essenza del suono stesso. Il tutto dividendosi fra più fronti: la sound art, il soundscaping, la video art e il multimediale. In ambito artistico, ha lavorato come curatore di mostre, installazioni e festival e realizzato installazioni in vari paesi europei, negli USA, in Giappone, in Australia e in Nuova Zelanda.
.

 

LINKS:

Sito ufficiale
Facebook
YouTube

 

VIDEO:

HEXA: video of the Première
Wilderness Of Mirrors (estratti da Wilderness Of Mirrors, Room40, 2014)



 

__________________________________________________

 

13 febbraio 2016 – 21:00
LAWRENCE ENGLISH live
MILANO / INNER_SPACES 2016-2017
a cura di Plunge
c/o Auditorium San Fedele
Via Ulrico Hoepli 3/B
Email: plungearts@gmail.com
Prezzo: € 8 / € 6 ridotto studenti e under-25
More info: Plunge

14 febbraio 2016 – 21:00
HEXA a/v live – Lawrence English w/ Jamie Stewart
FIRENZE / Teatro della Compagnia

Via Camillo Benso Cavour 50/R
Email: disconnectmail@gmail.com
Prezzo: 13 €
More info: Disco__nnect